Inchiesta a Sciacca Dall’obitorio sparisce un feto

Il feto di un bimbo nato morto all’ospedale «Giovanni Paolo II» di Sciacca (Agrigento) è scomparso dalla camera mortuaria. Il bebè era venuto alla luce prematuramente con parto cesareo sabato sera a seguito di alcune complicazioni subite dalla mamma alla ventunesima settimana di gestazione. La donna era gravida di due gemelli. Il primo era nato vivo e trasferito d’urgenza all’ospedale di Agrigento, dove però è morto poche ore dopo. Il secondo invece è nato morto e trasferito all’obitorio dello stesso ospedale. Il papà, che ha presentato denuncia, ieri è andato in ospedale, ma si è sentito rispondere dal direttore sanitario che inspiegabilmente il feto non si trovava più. Non si esclude che possa essere finito nel contenitore dei rifiuti ospedalieri.