Inchiesta sulle Cinque Terre, la Regione Liguria revoca il direttore generale

La Giunta ha revocato l'incarico al direttore generale Bonanni, che in via precauzionale è stato sospeso, per 30 giorni, dalla funzione di dirigente poiché indagato nell'inchiesta che a settembre ha portato in carcere il presidente del Parco delle Cinque Terre, Bonanini.

La Giunta regionale ligure ha revocato l'incarico al direttore generale Enrico Bonanni, che in via precauzionale è stato sospeso, per trenta giorni, dalla funzione di dirigente perché indagato nell'inchiesta che a settembre ha portato in carcere il presidente del Parco delle Cinque Terre, Franco Bonanini.
Il direttore generale, 56 anni, originario di La Spezia e residente a Camogli, nella Riviera del Levante genovese, secondo l'accusa avrebbe rivelato segreti d'ufficio ed è indagato per favoreggiamento nell'ambito della inchiesta relativa al presidente del Parco delle Cinque Terre.
L'ex direttore generale, secondo i magistrati, avrebbe informato Bonanini di una perquisizione avvenuta in Regione relativa a una inchiesta su lavori alla stazione ferroviaria di Manarola.