Incidente stradale nel Sinai: 12 turisti morti

Dodici turisti, tra cui sette
olandesi, russi e ucraini, sono morti in un incidente stradale in Egitto. Il
pullman sul quale viaggiavano si è schiantato a Ras Sadr contro un camio. Non c'erano italiani a bordo

Il Cairo - Dodici persone hanno perso la vita e altre 37 sono rimaste ferite in un incidente stradale nella penisola egiziana del Sinai, nei pressi della località balneare sul Mar Rosso di Ras Sadr. Lo hanno reso noto fonti della polizia egiziana. Il pullman era partito da Sharm el Sheikh ed era diretto al Cairo per una visita al museo egizio. La maggior parte dei feriti è stata ricoverata negli ospedali di Sharm, ma i sei più gravi sono stati trasferiti a Suez.

La dinamica dell'incidente Gli stranieri uccisi nello scontro sono sette. Il pullman si è schiantato frontalmente contro un camion alle porte della città di Ras Sidr, 50 chilometri a sud del tunnel che collega il Sinai al resto del Paese. Fra le 12 persone rimaste uccise vi sono 7 turisti, di cui alcuni olandesi, russi e ucraini. Secondo le prime ricostruzioni l’incidente è stato causato da un impatto frontale fra un autobus e un camion.

Nessun italiano Al momento non risultano italiani coinvolti nell’incidente di Ras Sedr, nella penisola del Sinai. Lo ha riferito la Farnesina che si è subito attivata, insieme all’ambasciata italiana al Cairo per verificare l’eventuale coinvolgimento di connazionali nell’incidente stradale nel quale sono rimasti uccisi dodici turisti.

Il precedente La scorsa settimana, sempre sul Mar Rosso, un altro incidente stradale che ha coinvolto una jeep ha provocato la morte di tre turisti italiani. La guida incauta, la carenza di regole stradali e le pessime condizioni delle strade sono responsabili di un alto tasso di morti per incidenti in Egitto. Un nuovo codice della strada con pene più severe per i trasgressori è entrato in vigore all’inizio dello scorso mese.