Incidenti, un agosto di sangue

L’ultimo incidente di un agosto tragico, nel quale sono già nove le persone morte in seguito a incidenti stradali sulle strade di Roma e del Lazio, arriva nel giorno di Ferragosto, alle porte di Roma. Una donna è morta e due uomini sono rimasti feriti in un incidente avvenuto due giorni fa in via delle Molette, all’altezza del civico 225, a Fonte Nuova. La vittima è una 45enne romana, che viaggiava a bordo della sua Fiat Punto in direzione Mentana, quando ha invaso la corsia opposta e si è scontrata frontalmente con una Renault Laguna. Sulle due vetture è poi piombata una Volkswagen Golf il cui conducente non ha avuto il tempo di frenare. Delle nove vittime di questo sanguinoso scorcio d’estate, ben cinque riguardano Roma. La data «nera» resta lo scorso 8 agosto, quando tre persone hanno perso la vita in un solo giorno. Il maggior numero delle vittime non sono motociclisti ma automobilisti. Sui 9 incidenti registrati, 3 quelli che hanno coinvolto moto, 2 dei quali a Roma. In ogni caso, come rilevato dall’osservatorio Codici, negli ultimi tre mesi hanno perso la vita ben 19 centauri.
La scia di sangue di agosto si è aperta a Viterbo nella notte del 2 quando Silvano Marci, 41enne di Vetralla, è morto sulla Fiat Punto guidata dal nipote 30enne, poi arrestato per l’alto tasso di alcol trovato nel sangue. A Latina, il 6, è morta per le ferite riportate in un incidente vicino Gaeta una 42enne che viaggiava col figlio in scooter. L’otto notte tre morti a Roma: un vigilantes in in via di Torrenova e due centauri, un 36enne sulla Togliatti e un 27enne in Tangenziale Est. Tra venerdì 8 e sabato 9, ancora a Roma, un 42enne si ribalta e muore nella sua auto a Torre Maura. Poche ore dopo sull’A1 un 64enne pratese è vittima di un incidente al chilometro 549. Infine, il 12 a Latina un 20enne in moto si schianta su un coetano rimasto ferito e perde la vita.