Incidenti sul lavoro Operaio cade da una scala e muore

Un operaio di 43 anni è morto nella tarda mattinata di ieri cadendo da una scala mentre effettuava alcuni lavori nel cortile della scuola elementare Giuditta Tavani Arquati, a lungotevere della Farnesina. L’uomo, Rodolfo Ruggieri, che lascia la moglie e due figli di 3 e 7 anni,ha fatto un volo di cinque metri e inutili sono stati i soccorsi dei medici del 118, avvertiti dal personale della scuola, che non hanno potuto che constatare il decesso.
Il sindacato Filca Cisl, a cui Ruggieri era iscritto, ha annunciato che si costituirà parte civile. «Noi come sindacato - ha detto il segretario generale di Roma e provincia, Stefano Macale - faremo la nostra parte ma ancora una volta si continua a parlare della mancanza della sicurezza sui luoghi di lavoro ed in particolare tra i cantieri edili,mentre si continuano a contare vittime come se fossimo in una guerra. Chiedo che vi siano sempre più controlli ed ispezioni tra i cantieri per evitare tragedie come questa. Dall'inizio dell'anno a Roma altri due operai sono rimasti feriti in due incidenti e purtroppo ancora una volta siamo costretti a ricordare che dal 1° gennaio del 2003 sono state 107 le vittime tra i cantieri del Lazio, di cui 43 a Roma , 69 compresa la provincia e che sono 154 i morti a partire dal 1° gennaio 1999. L’età media degli operai che muoiono a Roma tra i cantieri è di circa 40 anni, giovani che perdono la vita sul posto di lavoro. Come Filca Cisl di Roma - conculde Macale - siamo stanchi di contare morti tra i cantieri e chiediamo l'impegno di tutti affinché simili tragedie non debbano più ripetersi a danno di chi onestamente si guadagna il vivere quotidiano».