Incinta a 14 anni dopo lo stupro

Un ecuadoriano di 50 anni è stato arrestato a Milano con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una ragazzina di 14 anni, figlia della sua convivente. L’uomo, Alvarez Gilberto Gerardo, irregolare e nullafacente, con precedenti per furto, rapina e rissa, il mese scorso si era reso irreperibile dopo che la madre della vittima l’aveva colto in flagrante e aveva deciso, dopo averlo denunciato, di cercare rifugio presso alcuni amici. Le violenze, di cui l’ecuadoriano dovrà rispondere, risalgono a ottobre, quando Alvarez, già ospite nel bilocale del figlio, fece venire ad abitare nella sua stanza anche la convivente di 30 anni del Guatemala e i suoi due figli: un maschio di 12 anni e una femmina di 14. Nella notte, però, l’uomo s’infilava nel letto della ragazzina o la costringeva a venire nel suo letto. A febbraio la quattordicenne scoprì di essere incinta e quindi, appoggiata dalla madre, decise di abortire. Fino ad allora era rimasta in tale soggezione da essersi chiusa in un totale silenzio, sottomettendosi senza mai protestare al volere dell’uomo.