Incinta accusa l’amico: «Mi ha violentata»

Violentata in stato di gravidanza, forse da un amico. È successo domenica a Sesto Fiorentino, alle porte di Firenze. Una telefonata, intorno alle 19, al 113: dall’altra parte del filo una donna in lacrime che urla «sono incinta, mi hanno violentato». Arrivano le volanti e la giovane di 23 anni racconta agli agenti di essere stata accompagnata a fare un’ecografia da un amico che poco dopo averla riaccompagnata a casa si è ripresentato alla porta. È entrato e l’ha violentata. La ragazza è stata accompagnata all’ospedale, dove è stata sottoposta a visite per accertare la violenza e le condizioni di salute del feto. Indagini in corso da parte della squadra mobile fiorentina diretta da Filippo Ferri. Qualcosa ancora non torna. Gli investigatori hanno fatto sapere che la ragazza non è al quinto mese di gravidanza, come aveva dichiarato, ma all’ottava settimana. Si cercano ancora riscontri per decifrare i contorni della storia.