Incinta di tre mesi la sciatrice uccisa

Non è durata molto la fuga di Gerold Stadler, il marito dell’ex campionessa svizzera Corinne Rey-Bellet, incinta di tre mesi, uccisa domenica sera nello chalet di famiglia a Les Crosets, nel Vallese, insieme al fratello Alain. Dopo aver compiuto la strage e forzato un posto di blocco della polizia, il banchiere sangallese di 34 anni molto probabilmente ha vagato fra i boschi nella zona di Ollon, nel Canton Vaud. Poi ha rivolto la pistola contro se stesso, come ha confermato ieri la polizia elvetica. Il suo corpo è stato ritrovato in una radura a 700 metri dal villaggio di Huémoz, dove il funzionario di banca aveva abbandonato l’auto domenica sera. Oggi si svolgeranno in forma strettamente privata i funerali della campionessa e del fratello