Incontri di musica classica e jazz

Sulla scorta del successo dello scorso anno, Chiavari sceglie di continuare un inverno di «Incontri Musicali» giocati tra classica e jazz. Sei gli appuntamenti in calendario offerti dal Comune, tutti di domenica, ore 17.30, presso l'Auditorium San Francesco. «Primo concerto il 6 gennaio - spiega Roberto Rombolini, assessore alla cultura - con il Fanda Trio: jazz interpretato da una soprano accompagnata da percussioni e pianoforte». Domenica 20 le musiche di Mozart, Bizet, Puccini, Bellini, Liszt e Schubert con il soprano Holly Matthyas e Giacomo Battarino al pianoforte. Il 17 febbraio «La musica classica incontra il jazz» nel concerto a due pianoforti con Andrea Bacchetti e Andrea Pozza; mentre il 24 febbraio nell'esecuzione al pianoforte a quattro mani di Antonio Nimis e Barbara Rizzi le musiche di Poulenc, Satie, Milhaud. Il 9 marzo il violino di Pierre Hommage per Bach e domenica 23 il Concerto di Pasqua con l'Ensemble La Follia ad eseguire musiche di Bach, Vivaldi e Geminiani, «non a caso - ricorda Rombolini - nel 600 era proprio definita follia l'abitudine di inserire pezzi improvvisati durante le esecuzioni».
Un gioco di parole per introdurre anche il mondo rovesciato del Carnevale, che Chiavari ripensa alla grande fissandolo già negli appuntamenti di domenica 3 febbraio, dedicata ai bambini protagonisti dalle ore 15 del corso mascherato di Via Garibaldi e Piazza Matteotti, tra clown, mangiafuoco, mangiaspade e artisti di strada, in show itineranti. Martedì 5 al porto turistico l'appuntamento irrinunciabile è alle 21.30 con il gran ballo di Carnevale e l'orchestra Borghesi, mentre il 10 il rito finale con, carri mascherati, due bande folkloristiche a colorare e ritmare, un gruppo di «frustanti» e le majorettes che sfileranno dalle 15 sul lungomare per raggiungere Corso Garibaldi e chiudere con la rottura della pentolaccia in Piazza Matteotti.