Incontro con kazaki rischia nuovo rinvio

Eni

Un ultimo ostacolo potrebbe rinviare ulteriormente l’incontro ad Astana, già slittato a domenica, tra la parte kazaka e il consorzio Agip Kco a guida Eni, sul progetto di sviluppo del maxigiacimento di Kashagan. È stata ExxonMobil, partner nel consorzio, a non sottoscrivere il 21 dicembre uno dei punti chiave del memorandum destinato a risolvere la vicenda: la cessione di una percentuale ancora in via di definizione da parte delle società straniere alla kazaka Kazmunaigaz, che dovrebbe salire al 16%, per essere pari a Eni, Shell, Total ed Exxon. In forse anche la presenza del capo di stato kazako, Nursultan Nazarbayev, all’incontro.