Incubo da ultima campanella

L'ultima, agognata, sperata e attesissima campanella suonerà tra oggi e domani in tutte le scuole della Liguria, portando con sé gli immancabili festeggiamenti degli studenti. Gioia ed esultanza che a Genova, negli ultimi anni, è andata in crescendo, trasformando la festa di fine lezioni in un party tra le vie del centro cittadino, celebrato a gavettoni e lanci di uova e farina.
Festa senza confine che ha involontariamente coinvolto anche numerosi passanti, imbrattati per la sola colpa di essersi trovati tra i fuochi contrapposti dei giovani studenti.
Lo scorso anno le forze dell'ordine erano riuscite in parte ad arginare il problema con sequestri di uova e farina, strategicamente nascosti nei pressi dei principali istituti scolastici e anche quest'anno fervono i contro preparativi.
Oggi ultime lezioni al liceo classico Andrea Doria e al liceo classico e scientifico Martin Luter King e i presidi confermano di aver già provveduto a segnalare la cosa, come consuetudine, alle forze dell'ordine.
«L'intellingence» dei docenti al King ha già predisposto diverse misure: il personale dell'istituto presidierà ogni varco dell'edificio in modo tale da impedire l'accesso di persone esterne e l'uscita degli studenti avverrà in modo scaglionato nell'arco di tutta la mattinata. «Cercheremo di controllare i ragazzi, ma senza misure drastiche, come era avvenuto in passato, ossia non ci avvarremo di telecamere o controlli specifici, anche perché dal punto di vista giuridico credo che per la tutela della privacy potrebbero sorgere eventuali problemi. Speriamo che certi episodi non si ripetano», afferma la vice preside, Lidia Lowenberger.
E a sperare nel buon senso degli studenti è sicuramente il preside del Doria, Salvatore Di Meglio . «È una questione su cui si cerca di evitare di calcare la mano», afferma Di Meglio, spogliandosi della consueta austerità del liceo Doria e prosegue (...)