Incursione in diretta, Fede risarcito

Ai tempi era stato preso a calci anche da Frajese, in diretta tv sulla Rai, eppure lui, Gabriele Paolini non aveva perso il vizio e aveva continuato la sua attività di disturbatore della quiete pubblica davanti alle telecamere. Tra i tanti bersagli delle sue irruzioni televisive è finito anche il Tg4 di Emilio Fede (nella foto). Era il 22 giugno 2006 quando Paolini comparve alle spalle del giornalista, Alfredo Macchi, e mandò in onda insulti al direttore del Tg. Immediata la querela e ora la sentenza: Paolini è stato condannato a 6 mesi per diffamazione a mezzo stampa più il risarcimento di 10mila euro. Il suo legale ha annunciato ricorso: «Non è stato sentito alcun testimone». Quello di Fede ha rincarato la dose: «Solo il carcere ormai può fermare Paolini».