Indagine dei Nas in tutta Italia: un ospedale su due è irregolare

La mappa della malasanità italiana a opera dei Nas: un dossier scioccante, redatto al termine dell’indagine ispettiva ordinata agli inizi dello scorso anno dal ministro della Salute Livia Turco. Di 854 strutture ospedaliere ispezionate, in poco meno della metà, 417, sono state riscontrate irregolarità. Disastrosa la situazione del Sud, dove le percentuali di impianti non a norma, farmaci scaduti e sporcizia degli ambienti sono molto più elevate che nel resto del Paese. Il primato della malasanità spetta alla Calabria (36 ospedali irregolari su 39), tallonata dalla Sicilia (67 su 81). Ma anche il nord presenta casi molto gravi: in Toscana, dove la Sanità è comunemente considerata di alto livello, la metà dei nosocomi non ha passato l’esame. E anche in Emilia Romagna uno su tre non rientra nei parametri. Perfetta la situazione del Trentino: le diciassette strutture esaminate sono risultate tutte perfette.