«Le indagini siano veloci»

«Mi auguro che la magistratura faccia al più presto luce sulle accuse nei confronti del professor Carlo Marcelletti e che il primario possa difendersi da capi d’imputazione così gravi». Così don Fortunato Di Noto, fondatore dell’Associazione Meter che da anni si occupa della tutela dei bambini vittime di abusi, commenta con l’Adnkronos la vicenda dell’arresto del noto chirurgo avvenuta ieri a Palermo. Il cardiochirurgo, che deve rispondere di truffa, concussione, peculato e detenzione di materiale pedopornografico, è per don Di Noto un «professionista riconosciuto che ha fatto del bene a tanti bimbi malati di cuore. È proprio per questo che la vicenda stupisce e appare incredibile - aggiunge -. È necessario chiarire al più presto le responsabilità. Quel che è certo è che nessuno può pensare di trarre guadagni personali da un’infanzia sofferente. È una questione di moralità».