Indesit crolla ancora ma l’ad Milani compra

Vendite su Indesit, il produttore di elettrodomestici. Dopo una chiusura in ribasso dell’8,01% a 14,43 euro l’altro giorno, ieri il titolo, a ridosso dell’apertura di Wall Street, è arretrato del 8,13% a quota 13,3 euro dopo aver toccato un minimo intraday di 13,26 euro. Forti anche i volumi con l’1,54% del capitale scambiato pari a 1,755 milioni di pezzi a fronte di una media giornaliera dell’ultimo mese di 451mila. Rumors su ordini di vendita da parte di fondi speculativi hanno penalizzato un titolo che nell’ultimo anno ha incrementato il proprio valore di oltre 55 punti percentuali. Da più parti gli analisti spiegano questo trend con la volontà da parte di alcuni fondi di ridurre la propria posizione. In questo contesto c’è anche chi come l’amministratore delegato del gruppo Marco Milani, approfittando dei ribassi, ha comprato 13.000 titoli al prezzo di 14,49 euro per azione.