India, la Gandhi si ritira

Mossa a sorpresa di Sonia Gandhi. La leader del Partito del Congresso indiano ha dato le dimissioni come deputata, per stroncare il crescendo di polemiche su un presunto conflitto di interessi tra il suo status di parlamentare e il suo ruolo di presidente di fondazioni pubbliche finanziate dallo Stato. La Gandhi, nata in Italia e vedova di Rajiv, non lascerà però la vita politica. «Io sono entrata in politica e nella vita pubblica non per miei fini personali ma per servire il popolo di questo Paese e per proteggere degli ideali secolari», ha aggiunto, parlando in hindi, con al suo fianco il figlio Rahul, anch'egli deputato.