India-Pakistan Sale la tensione: 20mila soldati inviati al confine

Movimenti di truppe pakistane al confine con l’India da una parte e l’avvertimento ai cittadini indiani perché evitino di recarsi in Pakistan dall’altra. I venti di guerra si fanno sempre più forti tra Islamabad e New Delhi e il primo ministro indiano Singh ha convocato a rapporto i capi di Stato maggiore della difesa per essere aggiornato sulla situazione. Esponenti dell’esercito pakistano hanno confermato che almeno ventimila soldati sono già stati dispiegati al confine indiano e gli abitanti di quelle aree sono stati informati di un possibile precipitare della situazione mentre il Pakistan ha revocato le licenze ai militari e messo in stato d’allerta l’aeronautica. I due governi continuano a dire di non volere la guerra, ma intanto intensificano le precauzioni. Secondo quanto riferito da un alto funzionario del ministero della Difesa pachistano, è stata lanciata una campagna informativa per «preparare il popolo all’autodifesa e alla risposta in una situazione di emergenza, in considerazione della minaccia di una possibile aggressione indiana».