India, uomo sposa il suo cane

Le nozze tra il 33enne P. Selvakumar e Selvi, un cane di sesso femminile, sono state
celebrate in un tempio del distretto di Sivaganga, nello stato indiano del Tamilnadu. L'uomo voleva espiare un peccato: 15 anni fa, infatti, aveva ucciso due cani e da allora la sua salute aveva subito un lento ma inesorabile tracollo

Nuova Delhi (India) - Un indiano ha sposato un cane per espiare il peccato commesso 15 anni fa quando uccise due animali della stessa specie. Le nozze tra il 33enne P. Selvakumar e Selvi, un cane di sesso femminile, sono state celebrate in un tempio del distretto di Sivaganga, nello stato indiano del Tamilnadu. Secondo il quotidiano locale "Hindustan Times", che cita alcuni testimoni, un astrologo avrebbe suggerito all’uomo che solo sposando un cane sarebbe riuscito a porre rimedio ai vari problemi di salute che lo hanno colpito dopo aver ucciso i due cani 15 anni fa. "Da allora le mie gambe e le mie mani sono rimaste paralizzate e ho perso l’udito a un orecchio. Solo di recente, dopo le cure, ho iniziato a riprendere la deambulazione, ma con le stampelle", ha spiegato Selvakumar al giornale, dopo le nozze celebrate domenica scorsa.

E così è intervenuto l’astrologo che ha suggerito all’uomo il bislacco "rimedio" per porre fine alle sue sofferenze. Il 33enne si è quindi rivolto ai suoi familiari che hanno salvato dalla strada un cane randagio, per poi pulirlo e "vestirlo" a festa con tanto di sari, in occasione del matrimonio. L’uomo e la sua futura sposa si sono recati in processione al tempio per la cerimonia, durante la quale Selvakumar ha legato al collo della sua ’amatà la tradizionale mangalsutra, la collana indossata dalle donne indiane sposate.

I matrimoni tra esseri umani e animali non sono frequenti in India e i pochi che vengono celebrati hanno come protagonisti sempre persone delle zone remote del Paese che vogliono respingere "forze del male" o contrastare cattivi presagi. Negli ultimi mesi sono giunte anche notizie di genitori che hanno fatto sposare i propri figli maschi con cani e le femmine con serpenti nei distretti tribali dello stato orientale dell’Orissa. Secondo gli anziani dei villaggi, simili nozze non impediscono in futuro ai giovani di sposarsi per una seconda volta, anche senza "divorziare" dall’animale sposato in "prime nozze".