Gli indiani di Tata sbarcano a Londra

Corus

Vola alla borsa di Londra il titolo Corus (+13%), compagnia anglo-olandese attiva nella produzione di acciaio sulle voci di un’acquisizione da parte di Tata Steel, divisione del conglomerato indiano Tata group. La notizia è stata pubblicata ieri dal quotidiano indiano «Business Standard», secondo cui il valore dell’Opa si attesterebbe sui 10,6 miliardi di dollari pari a 580 pence per ciascuna azione Corus. La notizia ha fatto bene anche il titolo del colosso indiano, che alla borsa di Mumbai ha chiuso in rialzo del 2,4% a 535 rupie. L’acquisizione di Corus sarebbe la maggiore mai effettuata da una società indiana. La società in un comunicato ha specificato ieri che sta valutando diverse opportunità di acquisizioni compresa quella di Corus. Altre grandi società che operano nel comparto hanno fatto acquisizioni importanti. Mittal ha infatti recentemente comperato Arcelor. Se Tata acquistasse Corus diventerebbe la sesta società al mondo nel settore.