Indice ai minimi dei 16 mesi

Pioggia di vendite sulle materie prime con l’indice generale Crb precipitato ai minimi dei 16 mesi in area 290 punti. La pressione ribassista viene alimentata dall’oro scivolato a 573 dollari l’oncia, dal rame in caduta a 7.300 dollari e infine, dal petrolio, tornato sui livelli di fine 2005. I fondi liquidano le posizioni convinti di una frenata del ciclo e dell’inflazione. In controtendenza il grano, i future sono al top dal 1997 in scia alla siccità che ha colpito l’Australia.