Gli indici si muovono in «laterale» Azioni da sotto pesare

Borsa italiana in altalena in linea con la volatilità degli indici mondiali. Lo S&P-Mib future chiude a 28930 dopo un massimo in apertura di settimana a quota 29760. Il movimento rimane all’interno dell’area 30000-27900 e non da nessun tipo di indicazione tecnica operativa se non quella di una evoluzione laterale positiva se confrontata con la discesa degli ultimi mesi. Estremamente negativa la perdita del livello 27900 con un target 26200. L’attenzione è sempre rivolta al prezzo del petrolio per le conseguenti ricadute sulla politica monetaria volta a contrastare le spinte inflazionistiche.
Ma la vera sentinella d’allarme per i mercati sono i titoli bancari americani investiti dal ciclone sub-prime e dalla correlazione con il mercato immobiliare dove il dato negativo dei pignoramenti in crescita non accenna ad attenuare la crisi. Lo scenario macro economico continua ad essere complesso e le previsioni non sono per un pronto miglioramento. Sarà meglio monitorare attentamente la situazione con un approccio prudente sotto pesando ancora il comparto azionario.