Indietro non si torna

Il problema non è vincere la prossima cam­pagna elettorale ma cosa fare do­po. Con chi governare, e come? Uno contro tutti, e all’estero Italia con­tro resto del mondo?

Sarà pure vero che se torna Berlusco­ni magari rimonta. Come sa fare le campagne elettorali lui non ci riesce nes­suno. Pensate il peggio di lui ma primeg­gia su tutti. Magari ha ancora un colpo in canna per giocare questa partita. Ma il problema non è vincere la cam­pagna elettorale - ardita ipotesi - , è do­po. Che fare, con chi governare, e come? Uno contro tutti, e all’estero Italia con­tro resto del mondo?

Ci ricordiamo che oltre Fini s’è perso per strada pure Bossi; e Casini dialoga con Alfano ma se c’è B. tresca solo con Bersani? Tornerebbero i linciaggi e i gior­nali coperti di toghe e di zoccole, come già si profila al primo accenno di un suo rientro.

Ma soprattutto cosa costruiamo, che futuro, nel prolungare un ciclo conclu­so? Per due anni ho sostenuto: Berlusco­ni deve portare a termine la legislatura e poi si chiude il suo ciclo. I nemici di fuo­ri, le carogne di dentro e la sua mancan­za di autocritica e correzione, più la crisi puttana, hanno anticipato il crollo. Per un misto di lealtà e horror vacui so­stenni il suo governo fino all’ultimo. Me­glio lui che il nulla, dicevo, anche se di­ventava sempre più difficile distingue­re.

Ma ora sarebbe un errore, per lui, per noi, per l’Italia. Nel nulla ci siamo e dal nulla dobbiamo risalire, non all’indie­tro o rinviando l’impatto col dopo. Tecnici, giudici, Berlusca, Grillo li ge­nera il vuoto della politica. È tempo di ri­partire da lì e in mancanza di leader tro­vare selezionatori che sappiano scovare i migliori, usare i tecnici e ridar spazio al­le idee. Ci credo ma non ci spero.

Commenti

Andoni

Mer, 27/06/2012 - 17:51

A marcè, allora lo hai finalmente ammesso ? Hai sostenuto berlusconi fino all'ultimo per "horror vacui" ben sapendo che pensava solo agli affari suoi e ci stava trascinando sull'orlo dell'abisso ? Io, per "horror stercore", già l'avevo immaginato.

lunisolare

Mer, 27/06/2012 - 18:17

I tuoi timori li condivido, e all'orizzonte nno si vede chi potrebbe tirarci fuori dal "nulla", tu parli di selezionatori, di talent scaut della politica ma il punto è quelli attuali si farebbero da parte, lasciarebbero lavorare in pace i selezionati, è una situazione confusa, la Merkel ha dichiarato che la soluzione non è immediata e in Italia c'è ancora più confusione, la butto lì e se qualcuno si decidesse a spazzare via l'esistente politico e creasse un'alternativa credibile con i migliori.

Massimo

Mer, 27/06/2012 - 18:51

Questa volta non condivido. L'importante è vincere le elezioni per tenere all'opposizione i comunisti statalisti e favorevoli a tutto ciò che, sul piano morale, è contro i Valori Tradizionali. Tutto il resto è secondario: aggressioni mediatiche e giudiziarie, contrasti internazionali, scioperi generali. Questa volta Berlusconi (e chi altri, sennò ? Faccia, caro Veneziani, un nome alternativo che sia credibile e non la semplice copia in chiave Centro Destra dei Bersani e dei Casini !) dovrà puntare veramente al 51% (con la Lega) per mettere assieme una maggioranza parlamentare che approvi rapidamente una riforma liberale in economia, difendendo i Valori Tradizionali nella morale. Il resto sono solo chiacchiere.

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 27/06/2012 - 22:10

Accumunare Berlusconi a Grillo, giudici e tecnici non sono d’accordo. I giudici sono “tutto” altro che nulla! Pretendono persino di legiferare. I tecnici sono dei mediocri teorici che con la pratica fanno a botte che poi si riversano sul nostro groppone. Grillo cerca di occupare il nulla con la bava alla bocca, e mi sa tanto che il nulla lo riempirà proprio con quella. Berlusconi, quando è sceso in campo aveva un’idea ben precisa: ostacolare l’avanzata dei comunisti e fare le riforme necessarie al Paese. Sappiamo come è andata a finire. Ora la pentola è piena di un minestrone talmente rancido che anche i maiali lo rifiuterebbero. La cosa difficile è buttare tutto. Nessuno sa come fare, è troppo pesante da rovesciare. Berlusconi è disposto, da novello Archimede, a prendere la leva per sollevare e rovesciare il minestrone, ma tutte le leve gliele sbriciolano prima che le possa usare e i primi a farlo sono quelli a lui più vicini, mentre i più lontani fanno a gara per coprirlo di fango.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 27/06/2012 - 22:45

se non ho capito mi piace la storia di definire la crisi così. e siccome forse non ho capito davvero tremonti aveva delle teorie contrastate tanto da far cascare qualunque governo italiano però, ho capito che il pdl è finito, si dice sia troppo tardi per rivalutare certe figure. cresciuto troppo in fretta. la gente investiva nel pdl, non Credeva. vincono le costole e lasceranno spazio ai grandi, a quelli che nonostante tutto hanno creduto in altre persone. vedi maroni, da anni desiderato leader da alcuni, o il soci del pd che hanno iniziato prima il processo di mescolanza tra correnti. Invece, la cosa migliore che può fare l'italia è diventare effettiva costola degli usa, ora in questo momento storico. acquisire i minori svantaggi che ha il loro sistema finanziario. non è il massimo, spero nei diritti sul lavoro. però sembra il meno peggio raggiungibile o far rivalutare la nostra valuta che di sicuro si è impreziosita in questi anni. di sicuro.

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Gio, 28/06/2012 - 10:18

Il ciclo di Berlusconi è finito, perché sorpassato è il suo modo di comunicare, legato ancora alla Tv. Oggi il mass-media per eccellenza è internet, non a caso i politici che tirano di più sono quelli che ne fanno il miglior uso. Il centro-destra deve saper fare a meno di lui, altrimenti qui rischiamo di ritrovarci Grillo Premier

Ritratto di Luca Scialò

Luca Scialò

Gio, 28/06/2012 - 10:18

Il ciclo di Berlusconi è finito, perché sorpassato è il suo modo di comunicare, legato ancora alla Tv. Oggi il mass-media per eccellenza è internet, non a caso i politici che tirano di più sono quelli che ne fanno il miglior uso. Il centro-destra deve saper fare a meno di lui, altrimenti qui rischiamo di ritrovarci Grillo Premier

blues188

Gio, 28/06/2012 - 12:13

Esatto, Marcé, indietro non si torna. Infatti i soldi a palate dati all'Irpinia per la scossetta di anni fa non sono mai bastati e ora si è fatta una nuova legge che regala altri 51 milioni a quella terra di svogliati. Non all'Emilia, ma agli irpini!! Mai tornare indietro con le richieste, altrimenti si scopre di che pasta siano gli italici del Sudde. Ai quali piace mangiare, far vedere l'oro che portano al collo e ai polsi, e far vedere quanto siano ommini sappienti. Marcé, sei andato a spalare i detriti in Emilia? No, eh? a te piace alzartri tardi e scrivere due cazzatine per mangiare e bere i tuoi pummarò (raccolti dagli extracomunitari e pagati con fucilate). Non senti un po' di vergogna?

blues188

Gio, 28/06/2012 - 12:13

Esatto, Marcé, indietro non si torna. Infatti i soldi a palate dati all'Irpinia per la scossetta di anni fa non sono mai bastati e ora si è fatta una nuova legge che regala altri 51 milioni a quella terra di svogliati. Non all'Emilia, ma agli irpini!! Mai tornare indietro con le richieste, altrimenti si scopre di che pasta siano gli italici del Sudde. Ai quali piace mangiare, far vedere l'oro che portano al collo e ai polsi, e far vedere quanto siano ommini sappienti. Marcé, sei andato a spalare i detriti in Emilia? No, eh? a te piace alzartri tardi e scrivere due cazzatine per mangiare e bere i tuoi pummarò (raccolti dagli extracomunitari e pagati con fucilate). Non senti un po' di vergogna?

Andoni

Gio, 28/06/2012 - 17:27

#3 Massimo (259) : e quali sarebbero questi Valori Tradizionali, caro Massimo...forse quelli cari a Berlusconi ?

Andoni

Gio, 28/06/2012 - 17:27

#3 Massimo (259) : e quali sarebbero questi Valori Tradizionali, caro Massimo...forse quelli cari a Berlusconi ?

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Gio, 28/06/2012 - 17:59

blues188; di solito, a quelli come te non rispondo, perchè, tanto è inutile cavare sangue da una rapa. Però, a un certo punto, arriva il momento di mettere ordine e fare chiarezza, una volta per tutte, per quel che si può fare, provando a ragionare con una rapa. Questa truffa dei nullafacenti del Sud è ora che finisca. Il Mezzogporno è stato truffato e imbrogliato dai Borboni, prima, dai Savoia dopo, e dalla Repubblica adesso. In Sicilia i terremotati del Belice, stanno ancora nelle baracche, agli alluvionati del Messinese non è arrivato un centesimo. Agli irpini stanno ancora arrivando soldi che avrebbero dovuto arrivare trent'anni fa. Soldi, al Sud, ne sono stati sperperati in abbondanza, ma guarda caso, da ji, sono slo transitati per poi finire nelle tasche oltre che dei mafiosi (briciole), soprattutto nelle tasche dei soliti imprenditori del Nord, che con le mafie e i politici corrotti ci fann affari d'oro. qualche compagno "Tu lavori e io magno" c'è anche qui come al Nord.

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Gio, 28/06/2012 - 17:59

blues188; di solito, a quelli come te non rispondo, perchè, tanto è inutile cavare sangue da una rapa. Però, a un certo punto, arriva il momento di mettere ordine e fare chiarezza, una volta per tutte, per quel che si può fare, provando a ragionare con una rapa. Questa truffa dei nullafacenti del Sud è ora che finisca. Il Mezzogporno è stato truffato e imbrogliato dai Borboni, prima, dai Savoia dopo, e dalla Repubblica adesso. In Sicilia i terremotati del Belice, stanno ancora nelle baracche, agli alluvionati del Messinese non è arrivato un centesimo. Agli irpini stanno ancora arrivando soldi che avrebbero dovuto arrivare trent'anni fa. Soldi, al Sud, ne sono stati sperperati in abbondanza, ma guarda caso, da ji, sono slo transitati per poi finire nelle tasche oltre che dei mafiosi (briciole), soprattutto nelle tasche dei soliti imprenditori del Nord, che con le mafie e i politici corrotti ci fann affari d'oro. qualche compagno "Tu lavori e io magno" c'è anche qui come al Nord.

gi.lit

Gio, 28/06/2012 - 18:47

Caro Veneziani, per chi non è di sinistra l'esigenza è quella di ripartire cercando di recuperare l'elettorato di destra che in gran parte diserta le urne (e lo continuerà a fare) facendo involontariamente il gioco delle sinistre. Ma come può risollevarsi il Pdl con questi dirigenti i quali non riescono (o non hanno il coraggio) di risalire alle cause di tanto malcontento? Ci vuole tanto a chiedersi: dove abbiamo sbagliato? Come possiamo porre riparo ai disastrosi fallimenti dei governi di centrodestra? Ecco è da qui che si deve ripartire. Fermo restando, ripetendomi ancora una volta, che i responsabili di tutto questo si tolgano dalle palle.

gi.lit

Gio, 28/06/2012 - 18:47

Caro Veneziani, per chi non è di sinistra l'esigenza è quella di ripartire cercando di recuperare l'elettorato di destra che in gran parte diserta le urne (e lo continuerà a fare) facendo involontariamente il gioco delle sinistre. Ma come può risollevarsi il Pdl con questi dirigenti i quali non riescono (o non hanno il coraggio) di risalire alle cause di tanto malcontento? Ci vuole tanto a chiedersi: dove abbiamo sbagliato? Come possiamo porre riparo ai disastrosi fallimenti dei governi di centrodestra? Ecco è da qui che si deve ripartire. Fermo restando, ripetendomi ancora una volta, che i responsabili di tutto questo si tolgano dalle palle.

claude LB

Gio, 28/06/2012 - 23:40

Carissimo Marcello, la lealtà l'ho smarrita all'inizio della presente legislatura, dopo meno di due mesi si capì subito che Berlusconi era bollito. Ricorda quali furono i suoi primi atti di "BUON GOVERNO"? Roba da rabbrividire, approfittando del solleone e della distrazione disattenta di noi italiani fece tutto all'infuori che una riforma liberale. Oscar Giannino se ne accorse subito e da 4 anni sbraita contro questo nostro (ex) Pdl. Le posizioni suicide prima del tracollo finale e dell'emorragia elettorale sono state il colpo di grazia finale, altro che le bersanate, le grillate, le finiadi, il bossigate. Vero responsabile della debaclè è stato il decadentismo politico ed economico del nostro ex mentore. Diciamocela, si è fatto bellamente i fattacci suoi. Perchè dovrei dargli ancora corda?

claude LB

Gio, 28/06/2012 - 23:34

Dimenticavo caro Marcello, lei è uno dei pochi rimasti che mi invoglia a comprare ancora questo nostro "il Giornale"

saraceno eduard...

Sab, 30/06/2012 - 08:41

Lapo Elkann compare in uno spot della Royal Caribbean.

sorans99

Sab, 30/06/2012 - 23:07

Sembra che nessuno riesca a risolvere un'equazione assai semplice. Neanche Oscar Giannino sembra (voler) farlo. Le sinistre non perdoneranno MAI il fallimento della loro golpe comunista "pool mani pulite" che operò per delegittimare tutti i partiti tranne il PCI. Berlusconi e Marcello Dell'Utri, hanno disinnescato quel siluro comunista. Da allora c'è un Guinnes di persecuzione mediatici politico e giuridico contro Berlusconi. Se Berlusconi avesse avuto le mani libere a realizzare il suo programma, oggi sarebbe stata la Merkel a strisciare nella polvere, e noi il perno economico europeo. Le sinistre, come i loro amici islamici, non sanno altro che generare miseria, povertà ignoranza e fame.

sorans99

Sab, 30/06/2012 - 23:25

Sembra che nessuno riesca a risolvere un'equazione assai semplice. Neanche Oscar Giannino sembra (voler) farlo. Le sinistre non perdoneranno MAI il fallimento della loro golpe comunista "pool mani pulite" che operò per delegittimare tutti i partiti tranne il PCI. Berlusconi e Marcello Dell'Utri, hanno disinnescato quel siluro comunista. Da allora c'è un Guinnes di persecuzione mediatici politico e giuridico contro Berlusconi. Se Berlusconi avesse avuto le mani libere a realizzare il suo programma, oggi sarebbe stata la Merkel a strisciare nella polvere, e noi il perno economico europeo. Le sinistre, come i loro amici islamici, non sanno altro che generare miseria, povertà ignoranza e fame.

hansdejaco

Dom, 01/07/2012 - 17:44

Ma senza Berlusconi, Vi immaginate Alfano, Schifani o qualunque altro capoccione del PdL a Trattare a Bruxelles con Merkel &C? Non c'è uno che abbia un minimo di spessore. Niente di meglio anche dall'altra parte, Bersani, o Vendola o Di Pietro, avranno seguito sulla piazza Italia, ma in Europa? Dico solo Dio ci salvi, non vedo alcun leader. Allora teniamoci Monti, che se diretto bene fa delle cosa egregie, basta non lasciarli troppo spazio (vedi decreto sul lavoro della Fornero, tutto da rifare.

francofree

Mar, 03/07/2012 - 14:43

@ sorans99:svegliati,alice nel paese delle meraviglie è solo una favola,la realtà dei fatti è molto diversa.