«Indipendenti sì, ma di destra» Con An anche Tacconi e la Orfei

Non solo politici, ma anche quindici candidati indipendenti nella lista di Alleanza nazionale per le prossime elezioni amministrative del 28 e 29 maggio. E metà sono donne. Ieri pomeriggio l’incontro («Indipendenti sì... ma a destra») e la presentazione dei nomi al Circolo della stampa di corso Venezia. Si tratta di personalità non strettamente legate al partito che non hanno avuto cariche politiche né hanno mai ricoperto ruoli amministrativi, ma che hanno deciso di portare il loro contributo di idee e proposte per Milano. A far gli onori di casa il capodelegazione di An in consiglio regionale Massimo Corsaro, l’onorevole e responsabile cittadino Pierfrancesco Gamba e il presidente dei deputati Ignazio La Russa. Vetrina per Stefano Tacconi, l’indimenticabile portiere della Juventus che non ha mai nascosto le sue simpatie per la destra. E questa volta, con il numero 53, correrà per un posto a Palazzo Marino. Con lui Ambra Orfei, ex showgirl, regina del circo e oggi imprenditrice del settore spettacolo. Tra gli altri nomi Carlos Carralero, cubano e presidente di un’associazione anticastrista, la giornalista Paola Bulbarelli, l’imprenditrice del gruppo Camuzzi Lucrezia Jannuzzelli, l’imprenditore dell'abbigliamento Salli Monetti e Manuela Balassiano della comunità ebraica milanese. «Riteniamo che accanto a politici di lungo corso come il vicesindaco Riccardo De Corato ci debba essere la società viva, che non parla il nostro politichese», ha detto Alfredo Mantica, vicepresidente dei senatori di An e consigliere a Palazzo Marino per vent’anni.