Industria, calo dei prezzi alla produzione Ma la benzina torna ad aumentare: +1.8%

L'Ista: i prezzi alla produzione dell’industria italiana ad aprile
sono diminuiti dello 0,4% rispetto a marzo e del 4,6% rispetto ad aprile 2008. Il più significativo da quando
esiste l’attuale base statistica 2005. I prezzi sono scesi sia sul mercato interno che su quello estero. Inflazione: +0.9%, l'aumento più basso dal 1968

Roma - I prezzi alla produzione dell’industria italiana ad aprile sono diminuiti dello 0,4% rispetto a marzo e del 4,6% rispetto ad aprile 2008. Il più significativo da quando esiste l’attuale base statistica 2005. I prezzi sono scesi sia sul mercato interno che su quello estero, sottolinea l’Istat. I prodotti venduti sul mercato interno hanno registrato un -0,5% mensile e -5,3% annuale. Quelli venduti sul mercato estero sono calati invece dello 0,2% rispetto a marzo e del 2,6% su aprile 2008. A pesare sul calo generale è stato soprattutto il capitolo energia. Guardando ai raggruppamenti principali di industrie, infatti, i beni di consumo hanno registrato rispetto a marzo un calo dello 0,3%, i beni strumentali dello 0,1%, i beni intermedi dello 0,6% e l’energia dello 0,7%. Nel confronto con aprile 2008, invece, i beni strumentali hanno segnato un incremento dell’1%, i beni di consumo un calo dello 0,3%, i beni intermedi una flessione del 5% e infine l’energia un vero e proprio crollo del 17,3%.

Benzina: +1,8 per cento Tornano ad aumentare i prezzi dei carburanti. A maggio rispetto ad aprile, segnala l’Istat in base alle stime provvisorie sull’inflazione, il prezzo della benzina verde è aumentato dell’1,8% e quello del gasolio dell’1,7%. I prezzi restano comunque decisamente inferiori rispetto a quelli registrati a maggio dell’anno scorso. Su base annuale infatti la benzina ha registrato un calo del 15,8% e il gasolio di ancora un più significativo.

Inflazione: aumento più basso dal '68 Scende ai minimi toccati oltre 40 anni fa l’inflazione. A maggio l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività ha segnato una variazione, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente di +0,9%, la più bassa dal novembre del 1968 quando la variazione fu di +0,7%. L'Istat sottolinea che si tratta di stime preliminari. L’inflazione di fondo è pari a +1,9%, mentre l’acquisito è pari +0,7%.