Industria chimica sequestrata dai carabinieri

Nell’ambito dei controlli per l'emergenza inquinamento del fiume Sacco, i carabinieri del comando provinciale di Frosinone hanno sequestrato l'area di un’industria chimica di Anagni. Il sequestro ha interessato, in particolare, un'area impropriamente adibita a lavaggio di cisterne contaminate da sostanze tossiche nocive e corrosive, utilizzate dall'azienda per la commercializzazione dei propri prodotti chimici. Sotto sequestro è finita anche una delle condutture di raccolta delle acque meteoriche, risultata inquinata anch’essa.