Gli industriali inaugurano Metalmeccanici bloccano Montezemolo dà forfeit

L’inaugurazione ufficiale, ieri mattina, della nuova sede genovese degli industriali avviene sotto la pioggia, ma anche sotto la protezione di un nutrito cordone di polizia che controlla a distanza il presidio di un migliaio di operai metalmeccanici, confluiti a Brignole dopo aver manifestato per quattro ore lungo le vie adiacenti per sollecitare il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. Ma gli operai aspettano (invano) l'arrivo di Luca di Montezemolo, che diserterà la cerimonia di apertura. Il presidente di Confindustria, trattenuto nella capitale dalla trattativa su Tfr e Finanziaria, si collegherà in videoconferenza con gli imprenditori genovesi, riuniti nei saloni del grattacielo di Brignole per confrontarsi su marketing territoriale e su come attrarre nuove imprese a Genova. Anche se qualche segnale di ripresa si inizia ad intravvedere. E a riscontrarlo è Marco Bisagno, numero uno di Assindustria: «La nota positiva - osserva - è che il distretto dell'hi-tech è pronto a decollare». Ma restano altri problemi, le infrastrutture, la logistica. Non riguardano solo la Liguria, ma il sistema-Italia. «Al convegno dei giovani imprenditori di Capri - annuncia via etere Montezemolo - metterò queste due tematiche fra le cinque grandi riforme fondamentali per il Paese».