Un inedito «Per Mantegna» aprirà il Festivaletteratura

Ryuichi Sakamoto e Andrea Mantegna saranno protagonisti, il 6 settembre, dell'inaugurazione della decima edizione del Festivaletteratura di Mantova. Il musicista giapponese terrà infatti un concerto speciale in cui, accompagnato dall'Orchestra da Camera di Mantova, proporrà al piano, oltre ai suoi brani più noti, l'inedito «Per Mantegna», di cui ricorre quest’anno il quinto centenario della morte. Durante la serata, inoltre, verranno letti testi inediti sul grande pittore quattrocentesco, scritti dagli ospiti del Festival. Senza rinunciare ai grandi della pagina scritta, per la sua decima edizione il Festivaletteratura ha scelto di fare della scoperta di nuovi autori e di realtà letterarie diverse il suo tratto più distintivo. Per questo, anziché presentarsi con un corposo comunicato stampa, quest'anno ha deciso di fornire a giornalisti e addetti ai lavori solo un fumetto, disegnato da una giovane illustratrice giapponese, Yocci (Yoshiko Noda) in cui vengono raccontati la nascita, il dietro le quinte e le novità.
Spulciando tra vignette, si fanno largo i primi nomi di ospiti, da Ryszard Kapuscinski con il suo giornalismo letterario e internazionale, alla «baronetta» P.D. James, tra i più grandi autori di detective story, con il suo ultimo libro Brividi di morte per l'ispettore Dalgliesh (Mondadori 2006), al premio Nobel per l'economia Amartya K. Sen, che presenterà Scelta, benessere, equità (Il Mulino 2006), alla bengalese Monica Ali, rivelatasi nel 2003 con il libro Brick Lane, al narratore e saggista russo Jurij Druznikov, già candidato al Nobel per la pace, il cui romanzo satirico Angeli sulla punta di uno spillo (Barbera 2006), è stato scelto dall'Unesco come il migliore romanzo contemporaneo in traduzione.