Infame il nano? No, soltanto il film

QUEL NANO INFAME. Abominevole commedia di lana grossissima che si merita il desolante titolo. Una coppia di deficienti ansiosi di un bebè scambiano il pargolo trovato davanti a casa per un dono celeste. In realtà il piccolo è un bandito, rimpicciolito al computer, a caccia del grisbì perduto dopo una rapina. Impossibile contare le battutacce, gli insolenti doppi sensi, i continui riferimenti alla celebre invettiva di Cambronne. Eppure ogni tanto si ride.