Infarti Elettrocardiografi sulle ambulanze: morti in calo (-7%)

Il 118 milanese oggi è in grado di abbattere del 7,5% le morti per infarto. È il risultato dei primi 11 mesi di sperimentazione del progetto Prometeo: 55 ambulanze milanesi ora sono dotate di elettrocardiografi, e in grado di trasmettere i dati degli elettrocardiogrammi alle centrali operative e dunque agli ospedali che si preparano a ricevere il paziente. Un sistema in grado di bypassare il pronto soccorso guadagnando minuti preziosi che si traducono in vite salvate e minori invalidità. La sperimentazione dà risultati incoraggianti, e ora la Regione intende allargarla alle altre province. Sono stati oltre 3mila in questi mesi i tracciati eseguiti dai volontari appositamente formati. I dati raccolti sulle autoambulanze nella metà dei casi presentavano una patologia acuta. In oltre 70 casi il paziente presentava sintomi atipici: difficilmente l’infarto sarebbe stato riconosciuto come tale senza la dotazione «di bordo». In Lombardia la mortalità per infarti è all’8% (a Milano del 6%). Gli infarti sono 16mila l’anno.