Inferno e ritorno: caro Genoa, sei da infarto

(...) Il pomeriggio di Genoa-Lille si era aperto con uno scontro tra tifosi: un tafferuglio tra supporters rossoblù e francesi in via Gropallo e via Peschiera. Due tifosi del Lille sono stati accompagnati al pronto soccorso dell’ospedale Galliera per varie contusioni. In salita delle Fieschine, nella stessa zona, una campana per la raccolta del vetro è stata rovesciata lungo una scalinata, seminando cocci di bottiglie dappertutto.
Dalla cronaca, al calcio giocato a Marassi la squadra di Gasperini comanda in campo con un attacco strepitoso che macina occasioni da rete a ripetizione. Il vantaggio del Genoa nasce dall’intuizione di Zapater che serve con un lancio preciso Palacio: destro preciso dell’argentino che supera Landreau (14’). Nella ripresa, dopo vari tentativi, il raddoppio è di Crespo che, dopo un batti e ribatti sulla linea della porta francese trova il sinistro giusto per gonfiare la rete (13’st). Quindi dieci minuti di black out con i francesi che recuperano prima con Frau (31’st) che colpisce di testa su calcio d’angolo lasciato solo dalla difesa, e poi con una giocata di Gervinho (39’st). Ha dell’incredibile il 3-2 di Sculli che arriva due minuti oltre il 90’ quando l’attaccante raccoglie il lancio di Palladino e scarica il sinistro sul palo opposto. Marassi esplode, il sogno continua.

GENOA

SCARPI 5.5
Scivola sull’unico intervento proibitivo. Tenta di bloccare il colpo di testa di Frau e spinge la palla oltre la riga.
BOCCHETTI 6
Per la difesa sembrava una serata di ordinaria amministrazione. La partita cambia dopo il 2-1 del Lilla.
BIAVA 6.5
Tiene Vittek a dovuta distanza.
MORETTI 6
Frau è libero sulla rete del 2-1: ha qualche colpa.
TOMOVIC 5.5
Davanti alla difesa comportamento egregio, ma all’83’ la fa grossa: molla Gervinho che può piazzarsi davanti a Scarpi e segnare il 2-2.
ROSSI 7
Un turbo che non molla mai.
ZAPATER 5.5
Lavora per due, anche per Milanetto che non c’è. É ovunque ma troppo impreciso.
MODESTO 7
Tra i migliori del Grifone, gioca con saggezza ed esperienza. Dove c’è l’azione di gioco lui è presente. (dal 34’ st Sokratis sv)
PALACIO 7
Un gol stilisticamente perfetto, un altro paio sbagliati di un soffio. Il suo talento emergere. Non solo sotto rete: anche nel gioco.(dal 36’ st Figueroa sv)
CRESPO 5.5
Il merito è quello di esserci sempre a raccogliere palloni per creare occasioni da gol. Il demerito è che, di quelle occasioni, ne butta dentro solo una. (dal 36’ st Sculli 7): la sua partita sta tutta in un tiro, quello decisivo.
PALLADINO 8
Ancora una prova strepitosa della punta rossoblù. Su un campo pesante riesce a trovare energie che non ti aspetti e giocate di gran classe. Se in quei tre minuti di recupero il Genoa ha quattro occasioni è perché parto tutte dai suoi piedi. Prezioso.
All.: GASPERINI 7
Quando la squadra va in difficoltà mette uomini abituati a lottare e vince.