Infiltrazioni mafiose nel basso Lazio

Sono quelli che suscitano «allarme sociale» i reati che incrementano di più il contenzioso. Quelli contro il patrimonio registrano il numero più elevato di denunce.
Stabile è il numero degli omicidi volontari (249) e costante il dato relativo alle estorsioni (565) e alle rapine (6.208). Persistono, specie nel basso Lazio e nella provincia di Latina, infiltrazioni mafiose, nel settore degli appalti, della droga e delle estorsioni. In aumento i reati di violenza sessuale e pedofilia.
Sempre preoccupante è il fenomeno dello spaccio e rilevante è il numero dei reati commessi dai cittadini stranieri, in particolare extracomunitari. In aumento i casi di usura e gli omicidi colposi, specialmente quelli avvenuti in seguito alla violazione delle norme sugli infortuni di lavoro. Elevato anche il numero dei reati contro la pubblica amministrazione, in particolare quelli legati al conferimento di incarichi esterni.