Infineon in tensione a Francoforte

I risultati aziendali del primo semestre dell’anno dominano i mercati azionari. In particolare in Europa, che vede schizzare al rialzo i comparti tecnologico (più 3%) e dell’auto (più 1,9%). A Francoforte in tensione Infineon (più 4,2%) e Sap (più 3,5%), mentre a Parigi svetta Eads (più 5,5%), per un interesse da parte della Russia, ma si impenna anche StM (più 4,4%). Mentre gli indici delle Borse continentali sono cresciuti di oltre l’1%, a Londra l’andamento negativo dei minerari, riduce la performance dell’indice generale allo 0,7%. In controtendenza nella piazza britannica Old Mutual (più 5,4%), ma positiva anche Carnival (più 3,6%). Più contenuti i progressi a New York, dove i listini sono stati sostenuti dal buon andamento dei titoli finanziari; Goldman Sachs cresce del 3,3%; a distanza le performance di Lehman Brothers e Morgan Stanley, intorno al 2%. L’uscita da Bristol-Myers Squibb del ceo Peter Dolan ha fatto crescere il titolo di oltre il 3 per cento.