Infiniti, toccare il cielo con un dito

Con una politica di espansione progressiva e prudente, Infiniti (marchio al top della Nissan) è sbarcata in Europa e quindi anche in Italia dove la distribuzione è affidata al gruppo Fassina. Alla gamma iniziale, formata dalle G37 berlina e coupé, dal crossover Ex e dallo sport utility Fx, si è aggiunta la cabrio della G37, in tutto cinque modelli che ruotano intorno al propulsore 3.7, V6 da 320 cv di potenza massima al quale viene affiancato, ma soltanto per l’ammiraglia Fx, anche un V8, 5 litri, da 390 cv.
Da ricordare come un anno vissuto intensamente per farsi conoscere in Europa, il 2009 occuperà un posto di rilievo nella giovane storia del marchio grazie alla presentazione al Salone di Ginevra del concept Essence, un vero laboratorio di tecnologie (propulsione ibrida e 600 cv) e di stile, perfettamente funzionante e provato in pista, nel quale sono anticipate le innovazioni che troveremo presto sui nuovi modelli.
Il 2010 sarà infatti un anno decisivo per Infiniti, a cominciare dalla primavera, quando la nuova G37 cabrio, con tetto in metallo a tre sezioni, potrà esprimere al meglio l’appeal delle sue forme slanciate, ispirate dalla rinuncia a quei compromessi tipici di quasi tutti i coupé-cabrio per salvaguardare la capienza del bagagliaio anche a vettura aperta. Secondo gli uomini di Infiniti, che hanno dotato la vettura di una tecnologia raffinatissima e di interni lussuosi, guidare a cielo aperto denota un particolare stato emotivo, più libero rispetto a quando si viaggia con il tetto chiuso e il vano bagagli raggiunge una capienza che è nella media della categoria. Le novità più importanti, Infiniti le riserva però per la seconda metà dell'anno, quando verrà commercializzata la nuova berlina della serie M e sarà finalmente disponibile un motore turbodiesel, indispensabile per competere nell’alto di gamma, un V6 di origine Renault del quale non è ancora stata comunicata la potenza che dovrebbe comunque avvicinarsi a quella del V6 a benzina.
Il design della nuova M contiene molti stilemi presenti sul concept Essence, quelli che annunciano il family feeling delle future Infiniti, più grintoso e più personale, ma senza esagerare, per rispettare l’elegante understatement del marchio. Realizzata su un evoluto telaio a quattro ruote sterzanti e trazione posteriore, la M sarà dotata di un inedito sistema di climatizzazione chiamato Forest Air che oltre a depurare l’aria in ingresso provvede a diffondere nell’abitacolo aromi di origine naturale come quelli che si possono percepire in un bosco. La missione della nuova ammiraglia Infiniti si completerà con la M Hybrid, prevista per il 2011, alla quale seguirà una versione elettrica pura.