Inflazione in lieve ripresa nella capitale

L’economia della capitale segna una lieve battuta d’arresto. Dopo i dati confortanti degli ultimi mesi, l’inflazione è tornata a crescere, seppure di poco. Infatti, secondo quanto emerge dai dati Istat di ieri, ad aprile, l’inflazione a Roma è in lieve ripresa rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, attestandosi al +1,6%, con un aumento congiunturale dello 0,6%. Riguardo alla dinamica dei prezzi negli ultimi dodici mesi, rispetto ad aprile 2006, gli aumenti più significativi riguardano la raccolta rifiuti (+16,2%), i trasporti marittimi e per vie d’acque interne (+11,6%), i servizi medici ausiliari (+11,5%), l’oreficeria e l’orologeria (+11,2%), i trasporti ferroviari (8,2%), fiori e piante (+7,6%). In diminuzione, invece, le apparecchiature e il materiale telefonico (-17%), gli apparecchi per il trattamento dell’informazione (-11%), i trasporti aerei (-10,4%) e i servizi telefonici (-8,5%). I dati stimano inoltre che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic), relativo al mese di aprile 2007, registra una variazione dello +0,2% rispetto al mese precedente. E proprio dal confronto col mese di marzo 2007, si osservano aumenti consistenti per la raccolta rifiuti (+16,2%), gli alberghi e altri servizi di alloggio (+11,3%), gli ortaggi (+2,4%), i combustibili liquidi (+2,2%), gli altri servizi per l’abitazione (+2%), i carburanti e i lubrificanti (+2%), le apparecchiature e materiale telefonico (+1,6%) e i trasporti marittimi e per vie d’acqua interne (+1,5%).
Registrate diminuzioni, invece, per gli apparecchi per il trattamento dell’informazione (-7,2%) e i trasporti aerei (-4,9%). Positivo il giudizio di Confesercenti che, secondo i dati registrati, ritiene «l’inflazione italiana del tutto omogenea a quella registrata negli altri paesi». Dubbiosi sui dati Istat appaiono le due associazioni dei consumatori, Adusbef e Federconsumatori che dichiarano: «Il rallentamento dell’inflazione sarebbe un’ottima notizia, solo se fosse aderente alla realtà. Aspettiamo ancora i dovuti chiarimenti su un’inflazione manipolata nel 2002».