Inflazione record a giugno è al 4%

Non si ferma la corsa all'aumento dei prezzi nell'area dell'euro e in Italia: toccato il record dall'entrata in vigore della moneta unica. Pesano trasporti, cibo e casa

Bruxelles - Non si ferma la corsa dell'inflazione in Europa e in Italia. A giugno sale al 4% nella zona dell'euro, con una impennata rispetto al 3,7% di maggio, quanso era stato raggiunto un livello record. Che è stato subito superato, toccando così il livello più alto da quando è entrata in vigore la moneta unica. L'Eurostat, l’ufficio statistico delle comunità europee, conferma quindi l'andamento preoccupante emerso dalle prime stime del 30 giugno. Un anno fa, nel giugno 2007, l’inflazione era all’1,9%, ossia meno della metà del livello attuale. L’aumento mensile del mese scorso è stato dello 0,4%.

Italia al 4% Lo Stato della zona euro con l’inflazione più bassa è l’Olanda, con il 2,3%, seguita dalla Germania, con il 3,4%. L’Italia ha registrato un 4% e la Slovenia, maglia nera, un 6,8%.

In netto aumento anche l’inflazione dei Ventisette, passata dal 4% di maggio al 4,3% di giugno. L’anno scorso era del 2,1%. Il dato mensile si è attestato allo 0,4%. La corsa dei prezzi è iniziata con il balzo dal 2,6% di ottobre al 3% del novembre 2007. A dicembre i prezzi di Eurolandia erano infatti al 3,1%, a gennaio al 3,2%, a febbraio al 3,3%, a marzo al 3,6% e ad aprile al 3,3%.

Pesano trasporti, cibo e casa Le principali ragioni all’origine dell’aumento dell’inflazione sono i trasporti, saliti del 7,1%, i generi alimentari, del 6,4%, e le case, del 6,1%, mentre i settori in cui non ci sono stati rialzi eccessivi sono stati le comunicazioni, in calo dell’1,6%, la cultura e i divertimenti (+0,1%) e l’abbigliamento (+0,7%).
I carburanti per i trasporti sono aumentati di 0,69 punti percentuali, l’olio per il riscaldamento di 0,40 punti e il latte, il formaggio e le uova di 0,21 punti. Su base mensile, sono i trasporti ad aver inciso di più, con un aumento dell’1,4%, seguiti dalle case, dagli alberghi e dai ristoranti, in aumento dello 0,6%.