Influenza A, medici precettati nel week end

Una bambina di 7 anni è morta a Desio, e aveva contratto l’influenza A. La piccola però era già affetta da una malattia rara, e l’assessore regionale alla Sanità, Luciano Bresciani precisa: «Nessun decesso diretto per il virus, in tutti i casi riscontrati finora ha agito solo come sovrainfezione». Intanto l’Asl ha chiesto ai medici di famiglia di lavorare anche nel fine settimana per visitare i pazienti a casa evitando di intasare i pronto soccorso nei due giorni in cui il medico di base non c’è. E il sindacato dei medici ammette: «In atto una psicosi senza precedenti», ma lamenta anche lo scarso trattamento economico.