Influenza: primi due casi a Milano

L’influenza stagionale è arrivata. I primi due casi sono stati isolati a Milano e sono in via di caratterizzazione. Entrambi sono causati dal virus del tipo B Malaysia. Questi primi due casi sono stati isolati da persone che hanno avuto l’inizio della malattia il 17 novembre. «Abbiamo riscontrato il ceppo B Malesia su due persone, una donna di 71 anni e un uomo di 30 anni nel capoluogo lombardo», ha detto il professor Fabrizio Pregliasco che è riuscito ad individuare ed isolare il virus. È prevedibile che fino a Natale ci saranno soltanto episodi sporadici. Le feste e le vacanze favoriranno poi la maggiore circolazione dei virus influenzali e con la prima metà di gennaio i casi cominceranno ad aumentare. A partire da ora quindi ci vorranno ancora da quattro a sei settimane perché la malattia emerga realmente. Non sarà un’influenza blanda come quella dell’anno scorso, la più debole registrata negli ultimi anni. Non sarà nemmeno particolarmente aggressiva, ma si farà sentire e probabilmente colpirà con cinque-sei milioni di casi. La sua aggressività potrebbe essere paragonabile a quella della stagione influenzale di due anni fa, quella del 2004-2005. Con tutta probabilità quest’anno assisteremo ad un picco di esacerbazione tale da rischiare di creare un problema di salute pubblica. In una situazione come questa la vaccinazione è l’unica soluzione che può permettere un’efficace prevenzione.