Infortuni, la Sharapova fa «bingo» «Niente Olimpiadi e Us Open»

E quindi è ufficiale. Un infortunio al tendine della spalla destra impedirà alla russa Maria Sharapova di partecipare al torneo femminile di tennis delle Olimpiadi di Pechino. E quindi addio racconti, sguardi e imprese patinate in chiave olimpica. La passerella mediatica su cui avrebbe dovuto sfilare la bella russa viene virtualmente smontata con sommo dispiacere del pubblico e dei molti fotografi.
Il forfait è stato annunciato dalla stessa giocatrice, numero 3 dell’ultimo ranking Wta, dai pixel del suo sito internet. La Sharapova ha spiegato che gli esami ai quali si è sottoposta giovedì hanno evidenziato due piccole lacerazioni al tendine della spalla.
La notizia arriva due giorni dopo il ritiro della russa dal torneo Wta di Montreal sempre per il problema alla spalla denunciato dopo la vittoria al secondo turno contro la polacca Martora Domachowska per 7-5, 5-7, 6-2.
La Sharapova ha spiegato anche di voler volare a New York per un secondo parere medico, ma ha anche chiarito che «non esistono possibilità di vedermi in campo ai Giochi».
Non è finita. Il problema alla spalla destra la costringerà a rinunciare anche ai prossimi Us Open. Lo ha confermato l’agente della tennista che mancherà così l’ultimo appuntamento stagionale del Grande Slam, fra l’altro vinto nel 2006.
Come dire: Bingo. Addio Olimpiadi e Flushing Meadows. Un vero peccato, tanto più che, forse, senza l’azzardo di Montreal, dove ha giocato consapevole dei problemi alla spalla («in effetti, non ero sicura di potercela fare in Canada») almeno a Pechino sarebbe potuta arrivare. Alle Olimpiadi sarà sostituita dalla 23enne Vera Zvonareva, n.11 della classifica Wta.