Infrastrutture, Benetton promuove il governo

Milano. «Il governo ha dato il massimo sulle grandi opere». Lo ha detto Gilberto Benetton (nella foto), presidente di Edizioni Holding e azionista di riferimento di Autostrade. In una intervista al quotidiano Finanza & Mercati Benetton ha difeso il governo dalle critiche dell’opposizione, soprattutto nel campo dei Lavori pubblici e delle infrastrutture. «Questo governo - ha detto Benetton - può essere criticabile per mille motivi, ma non sugli investimenti infrastrutturali». Secondo Benetton, il giudizio sull’operato di Berlusconi è positivo: «Il ministro dei Trasporti Lunardi ha fatto il massimo che si poteva fare, tenendo conto delle leggi e delle normative esistenti». Benetton parla di una «scossa salutare a partire dal 2002» per il sistema delle infrastrutture. Il giudizio del numero uno di Edizioni Holding non è politico ma è la constatazione di chi «ha assistito, giorno dopo giorno a una scossa salutare, i cui risultati si vedranno nel tempo. Speriamo di continuare così». E sui cantieri avviati nella rete autostradale precisa: «Ce ne sono a bizzeffe. La società Autostrade ha un piano di oltre 10 miliardi di euro, che si concluderà tra alcuni anni».