Infrastrutture lombarde, bilancio di un anno

«Le infrastruttuire come strumenti di sviluppo economico e sociale». È questo il titolo del convegno che, lunedì prossimo, sarà ospitato nella sede milanese di Assolombarda. Occasione per tracciare anche un primo bilancio della società «Infrastrutture lombarde» oltreché illustrare i risultati ottenuti e i progetti futuri «a poco più di un anno dall’inizio dell’operatività. Periodo in cui Infrastrutture lombarde ha avuto uno sviluppo di grande rilievo, operando su oltre tre miliardi di euro di lavori» osserva Francesco Tofoni, presidente dell’azienda regionale che, tra l’altro, cura la realizzazione della nuova sede della giunta lombarda. «Obiettivo primario del convegno» continua Tofoni «è quello di evidenziare come Infrastrutture lombarde sia un ottimo strumento, capace di attuare la sussidiarietà in campo economico privilegiando l’aspetto pubblico e nel pieno rispetto delle regole di mercato». Convegno coordinato da Maurizio Belpietro, direttore de «Il Giornale», e con gli interventi di Elio Catania, presidente delle Ferrovie dello Stato, Gian Maria Gros Pietro, presidente Autostrade, e Salvatore Rebecchini, presidente della Cassa depositi e prestiti. A chiudere i lavori saranno il ministro dell’Ambiente, Altero Matteoli, e quello delle Infrastrutture e Trasporti, Pietro Lunardi.