Inghiottito dalle onde per salvare due ragazzi

Si butta in mare per salvare due ragazzini in balìa del mare mosso, ma non ce la fa e viene inghiottito. Era di Ferentino, un comune a pochi chilomentri da Frosinone, il 18enne disperso ieri pomeriggio in un tratto di mare denominato «Vasca Moresca» a Punta Rossa (San Felice Circeo) dopo aver tentato di mettere in salvo due ragazzini di 12 e 14 anni in difficoltà al largo. Questa la ricostruzione dei fatti. Il ragazzo, Angelo Bondatti, si trovava in vacanza al Circeo assieme agli zii, quando ha notato i due ragazzini che non riuscivano a tornare a riva. Le forti correnti stavano trascinando i due a largo pericolosamente. Così non ci ha pensato due volte e si è tuffato ma è stato purtroppo inghiottito dal mare. I due giovanissimi, assieme a un uomo di 44 anni, che si era tuffato in mare per salvare il 18enne, sono stati tratti in salvo da una motovedetta dei carabinieri e portati all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina per gli accertamenti. Per le ricerche in serata sono arrivate squadre di sommozzatori dalla capitale. Ma le operazioni, interrotte poco dopo le 19 per le condizioni del mare, non hanno dato alcun esito positivo. Tante le reazioni all’eroico gesto del ragazzo. «Ha salvato la vita a due ragazzi mettendo a rischio la propria. Provo una grande apprensione per il destino di questo giovane di Ferentino», ha dichiarato il presidente della Regione Piero Marrazzo. «Ho preso immediatamente contatto con la Protezione civile regionale - aggiunge - perché mi tenga costantemente informato rispetto alle operazioni di ricerca. Mi auguro che tutto possa concludersi al meglio perchè quel ragazzo possa riabbracciare la propria famiglia e anche ricevere il meritato riconoscimento per un gesto tanto coraggioso e soprattutto altruista».