Inglesi alle urne, Blair sotto esame

Una giornata calda quella di ieri in Inghilterra, la prima della stagione, a cui è seguita la lunga notte - politicamente rovente - di Tony Blair e David Cameron: solo oggi, infatti, i due leader in cerca di risultati in queste elezioni amministrative, sapranno com’è andata. Il premier spera che la flessione del Labour, che sembra inevitabile stando ai sondaggi, non si trasformi in un disastro; il giovane leader conservatore, alla sua prima prova elettorale da numero uno, spera in un’affermazione che lo rafforzi agli occhi degli scettici dentro e fuori dal partito. Il test elettorale è modesto: si rinnovano 176 consigli locali su un totale di 386. Circa 23 milioni di persone sono chiamate al voto, ma il tasso di astensionismo si aggira solitamente attorno al 60%.