Inglesi e russi insieme, joint venture in Siberia

La Joint venture anglorussa Tnk-Bp ha dato il via libera a un investimento da 270 milioni di dollari per un progetto pilota per lo sviluppo del più grande giacimento di idrocarburi scoperto nella Siberia orientale. Lo ha reso noto la stessa compagnia. Il progetto per il giacimento di Verkhnechonskoye prevede, tra l'altro, la realizzazione di impianti per il trattamento di petrolio e gas da completarsi entro la fine dell'anno. Parte dell'investimento verrà destinato alla costruzione di un oleodotto lungo 600 chilometri che collegherà gli impianti alla più vicina stazione ferroviaria. Prende così il via un mega progetto europeo nel settore petrolifero, annunciato da tempo. La mancanza di un collegamento ferroviario era stata una delle cause principali che aveva portato al rallentamento dell'esecuzione del progetto. La Joint venture tra la russa Tnk e la britannica British Petroleum risale al 2003. L'operazione era stata del valore di 7 miliardi di dollari.