Inglesi senza più dubbi: William re

Dopo il fidanzamento con la bella Kate, la popolarità del giovane
principe è ancora cresciuta E suo padre, eterno erede al trono, dice
invano alla stampa che pensa a Camilla come regina

Londra - Il giudizio dei sudditi è unanime: molto meglio William re che suo padre Carlo. Sull'onda dell'entusiasmo suscitato dall'annuncio del prossimo matrimonio reale, i giornali della domenica non hanno esitato a riproporre al popolo della Regina l'antico quesito: chi preferite come futuro re d'Inghilterra? L'eterno erede al trono, per sua ammissione più adatto a ruoli di ambientalista e difensore di un'architettura rispettosa, oppure suo figlio, primogenito dell'amatissima principessa del popolo e promesso sposo della bella Kate Middleton? A quanto sembra la gente non ha dubbi. Nei vari sondaggi pubblicati ieri da settimanali e quotidiani il verdetto schiacciante è sempre a favore del secondo. Un sondaggio della YouGo, effettuato per conto del Sunday Times, dice che più della metà degli intervistati (il 56%) ritiene che William sarebbe un sovrano migliore di Carlo mentre soltanto il 15% si schiera a favore del padre. Ancora più clamoroso il sondaggio pubblicato dal tabloid scandalistico News of the World. Alla domanda: «Pensate che la monarchia sarebbe migliore con Carlo e Camilla al trono oppure con William e Kate?» il 64 % ha risposto William e Kate contro un misero 19% a favore dell'altra coppia. Più o meno gli stessi risultati ha fornito un terzo sondaggio pubblicato sulla rivista People.
Al risultato ha probabilmente contribuito la notizia, rivelata dalla stampa, di un episodio “eroico” che ha visto William protagonista. Il principe, pilota di elicotteri specializzato in missioni di ricerca e soccorso, è stato chiamato a compiere «un’audace operazione» di salvataggio. «Se non fosse stato per lui e il resto del suo equipaggio, sarei morto», ha raccontato Greg Watkins, un 45enne padre di due bambini, intrappolato da una tempesta in cima a una montagna con un infarto in corso.
Da tempo l'opinione pubblica ritiene che nella successione al trono per la Corona britannica sia il caso di saltare una generazione. Sono in molti a pensare che Carlo sia ormai del tutto inadatto al ruolo di sovrano a differenza di William. Un re come lui, giovane e amato al pari della madre, gioverebbe all'immagine stessa della monarchia portando una ventata di modernità all'interno di un'istituzione che rischia di diventare sempre più anacronistica. Adesso poi che William ha annunciato di voler mettere su famiglia non mancherebbe neppure una principessa consorte al suo fianco. Altro che «Camilla Regina» come si augurava il primogenito di Elisabetta proprio pochi giorni fa. In un'intervista diffusa venerdì scorso da una rete televisiva americana ma registrata già lo scorso agosto, Carlo aveva suggerito che Camilla potrebbe diventare la sua «Regina consorte» al momento di una sua eventuale incoronazione, smentendo così l'attuale posizione ufficiale secondo cui la Duchessa di Cornovaglia dovrebbe assumere il ruolo di Principessa consorte.
Si era trattato in realtà di una risposta alquanto esitante, strappata da un giornalista americano ad un principe in evidente difficoltà. Di fronte al «Camilla diventerà Regina d'Inghilterra se lei diventa re?», il figlio di Elisabetta aveva balbettato un «vedremo… potrebbe essere».
Sulla questione è intervenuto ieri perfino il primo ministro David Cameron. «Mi sembra troppo presto per parlare di queste cose - ha dichiarato a Sky News - anche se posso dire di essere un fan dei Reali e anche di Camilla». Quando i giornalisti gli hanno chiesto se fosse a favore di Camilla Regina, il Premier ha replicato: «Penso che il Paese sia arrivato a conoscerla bene e si sia reso conto di quanto lei sia una persona di buon cuore con un gran senso dell'umorismo». E in effetti, sulle doti umane di Camilla, pochi eccepiscono, con lei l'erede al trono ha ritrovato il sorriso. È su Carlo che i sudditi sembrano nutrire forti dubbi.