Iniesta una spada Xavi il fuoriclasse

7 CASILLAS
Deve guadagnarsi pane e companatico con una serie di parate che tolgono all'Italia lo sfizio di altri gol: sulla punizione di Pirlo e la testata di Thiago le sue prodezze.
6.5 ARBELOA
Visto che Giaccherini se ne sta rincantucciato, allora prende coraggio e continua a martellare sulla destra. Certo non ha i piedi nobili e nemmeno la forza fisica di Dani Alves.
6 PIQUÉ
Per provare a chiudere Balotelli, commette forse un fallo da rigore ignorato dall'arbitro. Poi monta una guardia spietata alla compagnia azzurra.
5.5 SERGIO RAMOS
Perde due duelli decisivi, uno con Cassano, l'altro con Mario. Sul primo si rifugia in una punizione, sul secondo ha il fegato per recuperare e rimediare.
6 JORDI ALBA
Molta gamba e scarsa personalità. Comincia sotto tono, anzi si fa mettere sotto da Maggio per poi riprendere il dominio del binario nella mezz'ora finale.
7 XAVI
È il fuoriclasse della compagnia che per una volta cede lo scettro a Iniesta. Gioca a memoria con gli altri, tocca 1000 palloni, non ne sbaglia neanche uno.
6.5 BUSQUETS
È l'elemento che procura un equilibrio continuo alla Spagna e ne garantisce la copertura nelle occasioni di pericolo effettivo.
5 XABI ALONSO
Non ruba mai l'occhio e sembra un corpo estraneo in quel centrocampo di raffinati palleggiatori: un tiro al volo nel finale segnala il suo talento balistico discutibile.
6 SILVA
Abbaia ma non morde. Sembra voglia prendersi gioco di Giaccherini e soci, e infila l’imbucata per Fabregas che è da apllausi. Dal 20’ st NAVAS 6. Sarà perché è fresco, sarà perché è agile: quando arriva lui cominciano i dolori.
6 FABREGAS
Senza il gol, che è eredità doc del Barcellona di Guardiola, sarebbe da denunciare a "chi l'ha visto" calcistico di Spagna. Dal 29’ st F. TORRES 5. Sciagurato Fernando: gli capitano due palloni d'oro, li spreca entrambi. Si capisce la panchina.
7.5 INIESTA
È sempre defilato, sulla sinistra, ma è una spada conficcata nel fianco di Bonucci che al ritorno a Cracovia deve correre a prendere un paio di pillole per il mal di testa.
6 CT DEL BOSQUE
Giocare senza un attaccante è l'ultimo sacrilegio tentato.
Arbitro KASSAI (Ungheria) 5.5. Assolve Balotelli e qualche spagnolo: solo alla fine diventa rigidissimo.