«È iniziata la guerra contro i tassisti abusivi»

Giro di vite sui tassisti abusivi che assediano i turisti stranieri negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino. Un fenomeno che finalmente viene contrastato con costanti controlli delle forze dell’ordine, come spiega il presidente nazionale di Uritaxi, Loreno Bittarelli. «Dopo che sono trascorsi decenni senza che non sia stato fatto nulla per contrastare l’abusivismo nel settore dei taxi e Ncc, assistiamo finalmente oggi a un’azione più incisiva per il ripristino della legalità nei confronti dell’abusivismo e degli autonoleggiatori che esercitano stabilmente la loro attività in un territorio diverso da quello che ha rilasciato l’autorizzazione». Un segnale di cambiamento che il presidente attribuisce anche alla nuova giunta capitolina guidata da Gianni Alemanno: «In passato i furbi potevano permettersi di agire indisturbati, a discapito della stragrande maggioranza degli operatori che rispettavano le regole e che venivano vessati e penalizzati. È stato determinante non solo l’impegno delle forze dell’ordine attive con controlli per contrastare i tassisti abusivi, ma anche la verità sul fenomeno che è emersa con la nuova amministrazione comunale. Ora - conclude - c’è un’aria diversa, basata sul rispetto della legalità e non sulla tolleranza assoluta che finiva per premiare e proteggere chi operava in difformità delle regole».
«Chi ripagherà i danni morali ed economici di migliaia di onestoi tassisti?», si chiede Fabio Sabbatani Schiuma, esponente de La Destra che snocciola i dati sui controlli serrati negli aeroporti: «Finalmente inizia la guerra agli abusivi: ne sono stati trovati 750, di cui il 98 per cento è costituito da Ncc con conducente. La battaglia è ancora lunga, ma questa categoria danneggiata dagli abusivi e dai noleggiatori con conducente irregolari e penalizzata dalle giunte di sinistra, sarà finalmente tutelata».