Iniziato il viaggio di Obama verso Washington "Situazione molto difficile, ma ce la faremo" 

&quot;Non viaggerò da solo, ma con le voci degli americani che porterò con me alla Casa Bianca&quot;. Così ha detto Obama nel discorso pronunciato nella town hall di Filadelfia poco prima di salire sul treno che lo porterà a Washington. Poi su Bush: &quot;Ha commesso errori ma è una brava persona&quot;<br />

Filadelfia - E' iniziato il viaggio di Obama verso la Casa Bianca. "Non viaggerò da solo, ma con le voci degli americani che porterò con me alla Casa Bianca". Così ha detto Barack Obama nel discorso pronunciato nella town hall di Filadelfia poco prima di salire sul treno che lo porterà a Washington. "Questo è il posto giusto per iniziare questo viaggio, perchè questa è la città dove è iniziato il sogno americano" ha detto ancora il presidente alludendo alla dichiarazione d’indipendenza.

Situazione difficile Obama ha anche voluto sottolineare come il suo insediamento avvenga in una situazione di straordinaria difficoltà: due guerre in corso, i problemi dell’economia, il riscaldamento globale. "Ma se i problemi che ci troviamo davanti sono nuovi, non è nuovo quello di cui abbiamo bisogno per superarli" ha aggiunto, affermando che è necessaria una "nuova dichiarazione d’indipendenza dalle ideologie, dai pregiudizi, dall’intolleranza".

Esortazione alla pazienza
È necessario "unire le forze" per riportare a Washington un governo "responsabile nei confronti del popolo" e che "non serva gli interessi dei pochi": "avremo false partenze, arretramenti, frustrazioni e difficoltà", ha avvertito Obama esortando alla pazienza rifacendosi allo spirito della rivoluzione americana che non è un processo storico concluso, ma "qualcosa che è stato e continua ad essere" viva nelle menti e nei cuori.

"Bush è una brava persona" Dopo aver aspramente criticato in campagna elettorale le "politiche fallimentari" del presidente George W. Bush, sottolineando come fosse necessario "un taglio netto" con l'era Bush, il presidente eletto ha detto che per lui il presidente uscente "é una brava persona" e che ha sempre avuto questa opinione. E' quanto Obama ha detto in un'intervista alla CNN, sottolineando come Bush e i suoi collaboratori si siano adoperati per garantire al meglio la transizione al presidente eletto e al suo nuovo governo. Secondo Obama, Bush nel corso del suo mandato "ha dovuto prendere le migliori decisioni di cui fosse capace in circostanze davvero difficili". "Io ho sempre pensato che fosse una brava persona - ha detto Obama -. Questo però non contraddice le mie affermazioni precedenti, e cioé che negli ultimi anni sono state fatte diverse scelte sbagliate e che ora ne stiamo ereditando le conseguenze".