Innovativi, colorati e poco costosi

E' una bella scommessa quella lanciata dalla New Trend Factory, società proprietaria e distributrice del marchio I.T.A. - Italia Tecnica Artigiana -, formata da giovani professionisti con comprovata esperienza nel settore dell'orologeria e della comunicazione. Si tratta di un team in cui operano persone dedicate allo sviluppo del prodotto, con particolare riferimento alla ricerca di nuovi materiali e di tecniche costruttive inedite. Parallelamente il reparto marketing/comunicazione pianifica tutte le campagne di comunicazione ed organizza gli eventi. Per il posizionamento del marchio, infatti, è fondamentale il lavoro di monitoraggio delle nuove tendenze al fine di proporre orologi dal design e dagli accostamenti cromatici sempre in linea con i dettami della moda.
In poco meno di un anno, New Trend Factory è riuscita a strutturare un network distributivo di 200 punti vendita di eccellente livello in Italia e una società in Svizzera per la distribuzione sui mercati esteri. I.T.A., in sintesi, esprime la ricercatezza del design italiano, idee innovative sotto il profilo tecnico-costruttivo, unicità e originalità di prodotto. In relazione, specificamente, al requisito tecnico, vi è da sottolineare la necessità di realizzare ben 8 stampi diversi per produrre le componenti strutturali della cassa in policarbonato, unite tramite saldature invisibili al laser. Una procedura che ha consentito al modello N° Zero di ottenere un brevetto internazionale. Entrando nel dettaglio, le linee proposte dall'azienda milanese sono le seguenti: N° Zero Uomo, N° Zero Lady, N° Zero Stones, Factory, Novecento; a partire da maggio si aggiungeranno un modello crono (B. Compax) e uno scuba (Pirata).
Centrando il nostro interesse proprio sul N° Zero, come accennato, si tratta di un esemplare con cassa rotonda realizzata in policarbonato trasparente, dal diametro di 46 mm, garantita impermeabile fino a 5 atmosfere. Le anse spigolose ed allungate a garantire un'eccellente ergonomia al polso sono in acciaio, così come il fondello, mentre il vetro minerale antigraffio protegge un quadrante sviluppato su due piani con numeri arabi ai quarti ed indici cabochon applicati. La possibilità tecnica di utilizzare contemporaneamente diversi abbinamenti con il policarbonato (oltre all'acciaio, citiamo l'oro e il titanio), permette al N° Zero di creare forti contrasti estetici e cromatici. Chiudono l'insieme un movimento meccanico automatico ed il cinturino in TechnoNylon. Per toglierlo basta una leggera pressione su dei piccoli perni, senza l'aiuto di cacciaviti o altri strumenti, per sostituirlo con un altro di diverso colore e materiale che viene dato in dotazione (nabuck, effetto cachemere). Il prezzo al pubblico è di 289 euro.