«Innovazione e nuovi servizi per far crescere le imprese, senza dimenticare il territorio»

Innovazione strategica, proiezione sui mercati internazionali, nuovi servizi e organizzazione dinamica e competitiva. E diversificazione sinergica nei domini futuri del trasporto e dell'automotive intelligente, nell'aereospazio e nell'information tecnology, in ogni dominio del produrre e del vivere quotidiano, senza abbassare la guardia della ricerca. Sono questi i maggiori punti chiave del programma di Alessandro Barberis per affrontare l'inquieta economia del Terzo millennio. Presidente della Camera di commercio di Torino, recentemente rieletto al timone di Eurochambres, Barberis è convinto che «la parola chiave dei prossimi anni debba essere proprio “Innovazione”, intesa come capacità non solo di rinnovare processi e prodotti, ma di vedere le cose in modo nuovo». «Torino - aggiunge - è un territorio d'eccellenze che ha sempre saputo fornire idee e conoscenza di alto livello: nei prossimi anni dovremo riuscire a far fruttare sempre meglio la spinta legata a questa conoscenza. Parlo di università, ma anche di centri di ricerca pubblici e privati e di un generale atteggiamento della città ad accettare le sfide e il nuovo. Ma se sappiamo innovare, dobbiamo continuare anche a internazionalizzare: un'attitudine, questa, che le nostre imprese devono rafforzare, anche con l'aiuto del sistema delle camere di commercio. In quest'ottica è necessario anche un forte rilancio della competitività territoriale, guardando al futuro con politiche condivise e concertate con tutte le istituzioni locali».
E poi troviamo l'ambiente, l'alimentare d'eccellenza, l'internazionalizzazione, i grandi appuntamenti fieristici e di b2b che, recentemente, hanno portato a Torino non poche nuove imprese e joint-venture. «Circa il 30% del budget promozionale - aggiunge - è destinato all'internazionalizzazione delle Pmi, che da sole non avrebbero le possibilità di accedere ai mercati internazionali. La nostra azione si svolge, poi, attraverso grandi progetti di filiera, come From Concept to Car, Torino Piemonte Aerospace, Think Up, InToMech, InContract. Attraverso i nostri uffici forniamo, inoltre, informazioni per l'avvio di attività di import-export, diamo orientamento in materia di fisco, dogane e contratti e assistenza su paesi e mercati specifici con appositi Desk. Potenziamo, infine, costantemente anche l'innovazione tecnologica con lo Sportello Apre Piemonte. Grazie, poi, alla partecipazione alla rete europea Enterprise Europe Network, favoriamo lo scambio di tecnologie e brevetti a livello nazionale ed europeo. Senza dimenticare l'agroalimentare - Maestri del Gusto, guida ai vini “Torino Doc” - ; il turismo - marchio Yes! Torino quality for travellers; programma di visite d'impresa “Made in Turin” - e il design - portale www.to-design.org, progetto “ToDesign in the world”».