Innovazione e sostenibilità premiano Simac Tanning Tech

Visitatori italiani e stranieri in aumento al salone dei macchinari per l'industria calzaturiera, pellettiera e conciaria che si è concluso alla Fiera di Milano. Una manifestazione sempre più internazionale con numerose delegazioni di buyer arrivati dall'estero

Visitatori professionali italiani e stranieri in aumento a Simac Tanning Tech, il salone internazionale delle macchine e delle tecnologie per le industrie calzaturiera, pellettiera e conciaria, che si è tenuto dal 23 al 25 febbraio nei padiglioni di Fiera Milano.

"Il successo di Simac Tanning Tech 2016 è dovuto innanzitutto alle aziende espositrici, che sono state in grado di interpretare al meglio le esigenze dei propri clienti, offrendo prodotti innovativi e sostenibili – commenta Gabriella Marchioni Bocca, presidente della rassegna. Abbiamo rilevato un consistente aumento dei visitatori, sia italiani che stranieri, che hanno apprezzato particolarmente le soluzioni tecnologiche attente al tema della sostenibilità: un’esigenza sempre più imponente a livello mondiale e che trova qui la sua massima espressione. La fiera rsi conferma come l’appuntamento più importante a livello mondiale per la tecnologia dedicata al settore calzaturiero, pellettiero e conciario, che in questi tre giorni ha saputo dare risposte concrete alle domande di sostenibilità, riconoscibilità e innovazione di processo provenienti dal mercato".

Una fiera tecnologica e innovativa, ma anche dal forte carattere internazionale, dovuto non soltanto ai molti paesi di provenienza dei 271 espositori (Argentina, Belgio, Brasile, Cina, Francia, Germania, Grecia, Giappone, India, Iran, Italia, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Svizzera, Taiwan e Turchia). Grazie alla consolidata collaborazione con Ice-Agenzia, infatti, la manifestazione ha accolto, 25 delegazioni estere, per un totale di oltre 150 delegati esteri provenienti da Algeria, Argentina, Bosnia ed Erzegovina, Cina, Colombia, Cuba, Egitto, Etiopia, Indonesia, India, Iran, Mali, Marocco, Mongolia, Palestina, Pakistan, Polonia, Romania, Russia, Tunisia, Vietnam, Serbia, Sud Africa, Usa, Zimbabwe. Era presente anche una delegazione proveniente dall’Iraq, organizzata da Unido in collaborazione con Confindustria e Assomac, delegati provenienti da Nigeria, Perù e India.

La Lounge è stata luogo privilegiato di incontri ma anche sede ideale per rappresentare l’anima tecnologica e artigianale della manifestazione. All’interno di Reverse Shoe è stato presentato, infatti, un suggestivo laboratorio artigianale. Totalmente votato all'innovazione tecnologica lo spazio Future Shoe mentre allo spazio Air Tech si sono potute ammirare le realizzazioni di sedili in pelle per aerei presentati da un'azienda leader nel settore nella tecnologia chimica applicata alla conceria. “Chiudiamo questa edizione con grande soddisfazione – commenta Amilcare Baccini, ad del salone. I risultati ci dimostrano che siamo stati in grado di fornire a ciascuna azienda il contesto ideale per favorire l’incontro di domanda e offerta. La nostra forza risiede nell’essere ormai riconosciuti quale fiera di riferimento internazionale per conoscere in anteprima le novità tecnologiche per il sistema pelle, che qui esprime il massimo della sua potenzialità. I visitatori, in aumento rispetto alla scorsa edizione, hanno registrato una più ampia permanenza in fiera. Intendiamo continuare a lavorare con impegno per confermare il nostro ruolo anche nel 2017”.
Il prossimo appuntamento con Simac Tanning Tech è dal 21 al 23 febbraio 2017.